“Per non dimenticare”

Con vecchie foto dei 10 paesi interessati al Parco.

Abbiamo iniziato così, guardando al futuro, senza dimenticare il passato. Guardandoci attorno, indietro, per guardare avanti. E abbiamo cercato di trovare le tracce del nostro operare, del nostro progredire, anche del nostro sbagliare. Le foto di un tempo e il paragone con l’oggi ci hanno aiutato nella tessitura di una tela fatta di molti fili e di tante trame, una tela lunga e resistente, anche se in alcuni punti lacerata. E’ la nostra storia, fatta di tante trame ancora da tessere e da scrivere.

Alla fine succede sempre così: di fronte ad una evocazione del nostro mondo, di un’epoca finita, di un qualcosa che fu nostro ma che ora non c’è più siamo portati a dire… peccato! Il miglioramento delle condizioni di vita delle genti cadorine ha richiesto il sacrificio e l’abbandono di vecchi modelli; oggi è possibile evocare il “come eravamo” quasi solo attraverso il ricordo e vecchie immagini.

Sappiamo che si è cominciato con il modificare i paesi, fino ad arrivare, in alcuni casi, a stravolgerli, poi si è passati a cambiare la cultura dei loro abitanti. Oggi è la volta dell’ambiente in generale, a risultare aggredito da chi ha con la montagna troppo spesso un rapporto di sfruttamento. E’ quasi certo che si sarebbe potuto fare di meglio: progredire ugualmente senza annientate ciò che ci era stato lasciato dai nostri antenati, fare cioè convivere il vecchio con il nuovo salvando e tramandando ai posteri ciò che di meglio i nostri avi avevano prodotto sia in termini materiali che culturali.

Noi crediamo che oggi sta molto pericoloso pensare al progresso separandolo dalla salvaguardia dell’ambiente. L’ambiente infatti è uno dei veri capitali che possediamo e del quale dobbiamo rendere conto ai nostri discendenti; a meno che… fra alcune generazioni osservando un’immagine di un animale o di un vegetale dei nostri boschi non vogliamo dire…peccato!

Dicembre 1991 – Gruppo Promotore Parco Antelao Marmarole Sorapiss – Parco del Cadore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: